Fiorentina-Genoa 3-2

21 03 2013

La Fiorentina supera a fatica l’ostacolo Genoa e resta in piena lotta per l’Europa. La Viola si è complicata la vita rischiando di non vincere una gara nettamente alla portata.

Tutto ciò per colpa del “solito” vizio, quello di non chiudere le partite e non sfruttare le tante occasioni avute, dopo la gara con il Chievo in cui i gigliati parevano avere maggiore praticità, la squadra di Montella è tornata ad essere la solita squadra bella e spumeggiante, ma incapace di chiudere le partite. E a questo va aggiunta una giornata poco positiva della difesa.

Dopo venti minuti di nulla in cui le squadre si annullano, la Fiorentina prende possesso della gara, i viola creano occasioni con Aquilani e Ljajic (dopo uno splendido assist di Jojo), in entrambi i casi però mira sbagliata. Al 33′ Viola avanti grazie a una splendida azione personale di Ljajic che arrivato sul fondo, trovava pronto Aquilani per la deviazione in rete, gol viziato da una spinta dello stesso centrocampista, ma non vista nè dall’arbitro nè dall’addizionale.

I gigliati potrebbero raddoppiare prima dell’intervallo con Pizarro, ma la sua conclusione da fuori è respinta dalla traversa.

Nella ripresa i cambi di Ballardini hanno effetto positivo, dopo un buon inizio viola il Genoa fa pari da palla inattiva, su calcio d’angolo Portanova è dimenticato dai difensori gigliati e di testa firma il pari. Il pareggio dura poco perchè sul cross di Pasqual, il portiere di riserva del Genoa Tsorvas perde il pallone e Cuadrado può firmare il suo secondo gol in maglia viola. La gioia gigliata dura otto minuti, il tempo di concedere un altro gol comodo al Genoa, perchè Antonelli viene dimenticato dalla difesa gigliata e al  24′ della ripresa siamo 2-2.

Per fortuna però gli ospiti si rovinano da soli, Bertolacci commette un fallo inutile su Mati Fernandez a centrocampo e guadagna il secondo cartellino giallo, due minuti dopo da calcio d’angolo la Viola trova il terzo gol con l’autogol dell’ex, a firma di Cassani. Da lì in poi è solo accademia con la Fiorentina che si divora più volte il quarto gol, ma non rischia più. Adesso la sosta e poi le ultime nove giornate alla conquista dell’Europa.

LE PAGELLE

Viviano 6 Compie l’intervento migliore su Savic, non ha grosse colpe sui gol presi.

Tomovic 5,5 Modesto l’apporto in fase offensiva, in fase difensiva non è sempre attento

Gonzalo Rodriguez 5,5 La difesa sbanda e lui si adegua, nel primo tempo un suo errore poteva costare caro.

Savic 5 Rischia l’autogol, ma compie diversi errori, una delle sue gare peggiori in maglia viola

Pasqual 6 Alla fine è il migliore della difesa, anche se soffre un po’ con Antonelli.

Aquilani 6,5 Il gol è viziato, ma è l’ennesimo stagionale, sbaglia al tiro altre due volte, la sua prova resta positiva (dal 29′ Mati Fernandez 6 Buon impatto sulla gara, sfiora anche il gol).

Pizarro 6,5 Sfortunato nel primo tempo quando timbra la traversa, nella ripresa sale in cattedra.

Borja Valero 6 L’ammonizione gli costerà la squalifica, gara un po’ sotto i suoi standard, ma resta sufficiente (dal 41′ st Migliaccio sv).

Cuadrado 7,5 Segna un gol fortunoso, ma è l’attaccante aggiunto che manda in confusione la difesa genoana che non riesce a contenerlo.

Jovetic 6 Firma un grande assist per Ljajic che non viene finalizzato, non è preciso al tiro.

Ljajic 7 L’assist sul gol di Aquilani è strepitoso, è una pericolo costante per la difesa genoana (dal 30′ st Toni 6 Porta peso in attacco).





Milan – Fiorentina 1-3

13 11 2012

La gara al limite della perfezione nella Scala del calcio. La Fiorentina espugna San Siro e coglie il quarto successo consecutivo, ma se l’anno scorso la vittoria di Milano rappresentò ossigeno puro nella lotta per la salvezza, stavolta il successo con i rossoneri sembra un’esame di laurea superato che consacra definivamente i gigliati per le zone alte della classifica. Ciò che impressiona nel successo viola è la personalità e il modo in cui la Fiorentina gioca, cercando per larghi tratti di gara di imporre il proprio gioco, il tutto senza il giocatore migliore, visto che Jovetic era fuori per infortunio. Nelle ultime gare la Viola ha iniziato a trovare gol da fonti alternative, mandando a segno gli altri attaccanti, difensori e centrocampisti, cercando così di dipendere meno dalle prodezze del suo fuoriclasse La squadra di Montella inizia la gara nel modo giusto, andando in pressione sui portatori di palla del Milan e passa subito in vantaggio, la rimessa laterale in zona d’attacco battuta da Cuadrado trova la spizzata di Toni e la conclusione sotto misura vincente di Aquilani, che in pochi scampoli di partita fin qui giocati ha firmato un gol e due assist. La Viola gioca bene e non ci sono tracce di reazione milanista fino alla mezz’ora quando su una palla lunga dalla mediana Roncaglia frana addosso a Pato in piena area, per l’arbitro Romeo è rigore, dal dischetto però Pato manda alle stelle il tiro dal dischetto. Passano pochi minuti e la Fiorentina raddoppia, ancora da rimessa laterale nasce il gol gigliato, con Borja Valero che approfitta della morbidezza difensiva di Mexes per battere imparabilmente in diagonale Abbiati e mandare in estasi i tanti tifosi viola giunti al Meazza. Se nel primo tempo quella della Fiorentina assomiglia a una lezione di calcio, nella prima parte della ripresa il Milan dà segnali di risveglio, prima un colpo di testa di Boateng esce di poco, poi Pazzini, subentrato ad inizio ripresa ad un Pato disastroso, dimezza lo svantaggio ribadendo in rete un tiro sul palo di Mexes. A quel punto si teme la possibile rimonta rossonera, ma la Fiorentina non si scompone e Montella inserisce forze fresche, con la Fiorentina che negli ultimi venti minuti riprende il bandolo della matassa andando vicina più volte a chiudere definitivamente i conti, vanno vicini al gol tutti i giocatori che subentrano. Prima Mati Fernandez e Cassani graziano la retroguardia milanista, in particolare il terzino spreca una grandissima occasione solo davanti ad Abbiati a sei metri dalla porta, a cinque minuti dalla fine con il Milan in dieci per l’infortunio di Bonera, arriva il primo gol in Italia di El Hamadoui con un gran tiro a girare dal limite dell’area che batte imparabilmente Abbiati. Finisce in apoteosi con i tifosi gigliati in festa prima a San Siro e poi al ritorno dei giocatori alla stazione di Santa Maria Novella, dopo due anni e mezzo di ombre Firenze è tornata a riappropriarsi della propria squadra.

Viviano 6 Esente da colpe sul gol di Pazzini, per il resto solo ordinaria amministrazione

Roncaglia 6 Gioca una gara gagliarda, ma regala un rigore al Milan, non ha alcun senso intervenire in quel modo su Pato in area di rigore.

Rodriguez 7 E’ attento, preciso negli anticipi, guida la difesa con sicurezza.

Savic 6,5 Non sfigura per niente a San Siro, arrivato con alcuni punti interrogativi, per ora il suo rendimento è discreto.

Cuadrado 6,5 Stavolta la Viola affonda poco sugli esterni, ma lui riesce a mettere in difficoltà Constant, sul finale imbecca  il primo gol italiano di El Hamdaoui.

Aquilani 7 Prima gara da titolare e primo gol in viola, ha un minutaggio ancora limitato ma dà un discreto apporto finchè ha benzina (dal 10′ st Mati Fernandez 6 Gioca meglio di altre volte, sbaglia in modo grossolano un occasione a cinque metri dalla porta)

Pizarro 7 Fa girare la squadra a suo piacimento, peccato per il giallo, è necessario che abbassi il ritmo delle ammonizioni.

Borja Valero 8 Partita strepitosa dello spagnolo, oltre alla notevole quantità di palloni gestiti con maestria, firma il gol del raddoppio.

Pasqual 6 Gara onesta sulla fascia di sinistra, viene cercato poco dai compagni, dà supporto in fase difensiva.

Ljajic 6 Gioca una partita di sacrificio, fa pressing sui portatori di palla e conquisterebbe un rigore prima del gol di Aquilani (dal 10′ st El Hamdaoui 6,5 Entra in gara con un impatto sulla partita non positivo poi però si inventa un gran gol che chiude anzi tempo la partita

Toni 6,5 Entra nel primo gol con uno sponda di testa e guadegnerebbe un espulsione  (dal 30′ st Cassani 5,5 Fa a tempo a divorarsi un gol clamoroso).





Tabella Qualificazione Europa League

1 04 2010

Aggiorniamo la situazione. Sembra che la quota Europa League si stia alzando a 60 perchè rimane difficile pensare che Napoli e Juventus, che sono a quota 48, facciano solo 10 punti in 7 partite.

Questo il primo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa vittoria 3 3-0 3
Catania – Fiorentina vittoria 3 1-0 0
Fiorentina – Udinese vittoria 3 4-1 3
Parma – Fiorentina pareggio 1    
Fiorentina – Inter sconfitta 0    
Atalanta – Fiorentina pareggio 1    
Fiorentina – Chievo vittoria 3    
Milan – Fiorentina sconfitta 0    
Fiorentina – Siena vittoria 3    
Bari – Fiorentina vittoria 3    
         
totale punti   20 9 6

— — —

Questo il secondo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa vittoria 3 3-0 3
Catania – Fiorentina pareggio 1 1-0 0
Fiorentina – Udinese vittoria 3 4-1 3
Parma – Fiorentina vittoria 3    
Fiorentina – Inter pareggio 1    
Atalanta – Fiorentina sconfitta 0    
Fiorentina – Chievo vittoria 3    
Milan – Fiorentina sconfitta 0    
Fiorentina – Siena vittoria 3    
Bari – Fiorentina vittoria 3    
         
totale punti   20 7 6

— — —

Questo il terzo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa pareggio 1 3-0 3
Catania – Fiorentina vittoria 3 1-0 0
Fiorentina – Udinese vittoria 3 4-1 3
Parma – Fiorentina sconfitta 0    
Fiorentina – Inter pareggio 1    
Atalanta – Fiorentina vittoria 3    
Fiorentina – Chievo vittoria 3    
Milan – Fiorentina sconfitta 0    
Fiorentina – Siena vittoria 3    
Bari – Fiorentina vittoria 3    
         
totale punti   20 7 6

— — —

AVANTI VIOLA.





Aggiornamento Tabella qualificazione Europa League

22 03 2010

Lasciamo perdere la Champions. Dopo l’ottima vittoria casalinga con il Genoa, aggiorniamo le nostre tabelle ricordando che partivano da -4 rispetto al 7 posto e adesso siamo a -1.

Questo il primo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa vittoria 3 3-0 3
Catania – Fiorentina vittoria 3
Fiorentina – Udinese vittoria 3
Parma – Fiorentina pareggio 1
Fiorentina – Inter sconfitta 0
Atalanta – Fiorentina pareggio 1
Fiorentina – Chievo vittoria 3
Milan – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Siena vittoria 3
Bari – Fiorentina vittoria 3
totale punti 20 0

— — —

Questo il secondo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa vittoria 3 3-0 3
Catania – Fiorentina pareggio 1
Fiorentina – Udinese vittoria 3
Parma – Fiorentina vittoria 3
Fiorentina – Inter pareggio 1
Atalanta – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Chievo vittoria 3
Milan – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Siena vittoria 3
Bari – Fiorentina vittoria 3
totale punti 20 0

— — —

Questo il terzo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa pareggio 1 3-0 3
Catania – Fiorentina vittoria 3
Fiorentina – Udinese vittoria 3
Parma – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Inter pareggio 1
Atalanta – Fiorentina vittoria 3
Fiorentina – Chievo vittoria 3
Milan – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Siena vittoria 3
Bari – Fiorentina vittoria 3
totale punti 20 0

— — —

Ora servono 3-4 punti fra Catania e Udinese meglio sarebbero ovviamente 6 ma un passo alla volta. Ricordiamo che abbiamo un bonus di 2 pareggi e 2 sconfitte da giocarci.

AVANTI VIOLA.





Tabella di marcia per l’Europa-League

15 03 2010

Visto che si sono divertiti in tanti in questi ultimi giorni, proviamo anche noi a stilare alcune tabelle di marcia per ottenerenquei fatidici 20 punti con cui la Fiorentina riuscirebbe ad accedere alla 7 posizione necessaria per la qualificazione in Europa League. Per ottenere questa sommatoria occorrono 6 vittorie, 2 pareggi, 2 sconfitte. Lasciamo perdere la Champions per favore, anche per i motivi espressi in fondo al post. Proviamo ad immaginare 3 cammini da monitorare nelle prossime settimane.

Questo il primo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa vittoria 3
Catania – Fiorentina vittoria 3
Fiorentina – Udinese vittoria 3
Parma – Fiorentina pareggio 1
Fiorentina – Inter sconfitta 0
Atalanta – Fiorentina pareggio 1
Fiorentina – Chievo vittoria 3
Milan – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Siena vittoria 3
Bari – Fiorentina vittoria 3
totale punti 20 0

— — —

Questo il secondo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa vittoria 3
Catania – Fiorentina pareggio 1
Fiorentina – Udinese vittoria 3
Parma – Fiorentina vittoria 3
Fiorentina – Inter pareggio 1
Atalanta – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Chievo vittoria 3
Milan – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Siena vittoria 3
Bari – Fiorentina vittoria 3
totale punti 20 0

— — —

Questo il terzo:

PARTITA PRONOSTICO PUNTI RISULTATO PUNTI
Fiorentina  –  Genoa pareggio 1
Catania – Fiorentina vittoria 3
Fiorentina – Udinese vittoria 3
Parma – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Inter pareggio 1
Atalanta – Fiorentina vittoria 3
Fiorentina – Chievo vittoria 3
Milan – Fiorentina sconfitta 0
Fiorentina – Siena vittoria 3
Bari – Fiorentina vittoria 3
totale punti 20 0

— — —

Seguiremo queste tre ipotesi domenica su domenica, a meno di un nuovo clamoroso filotto negativo della Fiorentina. Come si puo’ vedere prevediamo che il rendimento casalingo della squadra viola migliori notevolmente, e ritorni agli standard degli anni scorsi.

Concludiamo il post, dicendo, che, visti gli errori arbitrali accaduti anche questa domenica, e’ ferma la nostra idea che i primi 4 posti siano gia’ decisi:

Inter, Milan, Roma, Juventus.

Goal regolare del Chievo, Gol irregolare del Bologna, e altre varie amenita’ ci confermano la volonta’ di favorire Milan e Juventus. Anche la svista a Napoli (anzi le sviste) sono state fatte in funzione Juventus: era gradito il segno X.

Il 5 e il 6 posto potrebbero essere quindi ad appannaggio di due squadre fra Palermo, Napoli e Sampdoria. Rimane quindi il 7 posto (ammesso e non concesso che non riusciamo ad eliminare l’Inter nel ritorno di Coppa Italia) da battagliare tenacemente con alcune di queste squadre ed a cui vanno aggiunte  Cagliari e Genoa.

Per questo domenica e’ fondamentale battere una rivale diretta come il Genoa.

Avanti Viola.