Fiorentina – Empoli 2-1 Coppa Italia

25 11 2011

La Fiorentina batte nel derby di Coppa Italia l’Empoli e accede agli ottavi di finale dove affronterà la Roma in gara secca all’Olimpico, se la Coppa Italia sarebbe un’ottima via per accedere all’Europa League va detto che il percorso previsto dal tabellone per la squadra viola appare decisamente difficile, perchè l’Olimpico si è sempre rivelato negli ultimi anni un campo avverso per i viola e in caso di successo dopo ci sarebbe probabilmente la Juventus (sempre in trasferta in gara unica). Al Franchi davanti a un pubblico modesto nel derby va in scena una partita giocata a ritmi non alti con la Viola di Rossi con qualche volto nuovo, come il giovanissimo Ashong (terzino sinistro della Primavera, nato nel ’94) e come il portiere Neto, entrambi alla prima assoluta in gara ufficiale, con la conferma di Nastasic al centro della difesa e con Silva dall’inizio a fianco di Cerci. E’proprio Alessio Cerci a decidere la sfida dopo un avvio discreto, l’esterno prima colpisce in contropiede ben pescato da un lancio di Lazzari e poi concede il bis su azione da corner ben imbeccato da Montolivo. Il primo tempo scorre via con qualche buona trama orchestrata dalla Fiorentina, pochi rischi in difesa ma centrocampo un po’ a intermittenza. Nella ripresa la Viola cala un po’ fallisce il gol del 3-0 (grave in particolare l’errore di Munari) e dopo il gol di Shekiladze soffre un po’ nel finale. Per quanto riguarda i singoli, male Silva che ancora una volta non offre grande apporto in zona gol, a corrente alternata Lazzari e Montolivo, insufficiente Munari e anche De Silvestri fa rivedere amnesie che non si erano viste sabato scorso contro il Milan. Da lodare oltre a Cerci la prova di Ljajic, che nella ripresa nello scampolo di partita giocato si è proposto bene e si è reso anche pericoloso.
 
AN
 
Neto 6,5; De Silvestri 5,5 Natali 6 Nastasic 6 Ashong 6 (30’ st Camporese sv) ; Munari 5 Montolivo 6 Lazzari 6; Kharja 6 ( 32’ pt Vargas 5,5) Cerci 7,5 (15’ st Ljajic 6) Silva 5





Empoli – Fiorentina 0-3 (Primavera)

22 09 2011

La Fiorentina vince ancora nella sua terza gara stagionale e non lascia scampo all’Empoli nel derby giocato a Monteboro. Delle tre partite giocate fino ad ora quella con l’Empoli è risultata essere la più semplice, troppo grande il divario tecnico e atletico tra le due formazioni, già alla lettura delle formazioni si notava subito come la Fiorentina fosse più esperta con in campo un classe 88 (Manfredini in porta, tornato dalla Reggiana), un classe 91 (Acosty) e cinque 92, nell’Empoli invece a parte tre giocatori del 92 in campo una squadra molto giovane con il resto dei giocatori nati nel 93 e nel 94. La Fiorentina gioca con quella che è diventata la formazione “base” con la sola eccezione del cambio del portiere, la gara si mette subito bene perchè i viola vanno in vantaggio al 2′ rimessa laterale di Ashong molto lunga e all’interno dell’area di rigore stacco perentorio di Rozzio, lasciato solo dalla difesa e primo gol in maglia viola per il difensore arrivato dalla Canavese. Nel primo tempo la Fiorentina è padrona del campo, l’Empoli non riesce mai a ripartire e le rare iniziative azzurre vengono bloccate senza mai arrivare all’intervento di Manfredini, la Viola invece si rende pericolosa più volte in particolare con Matos che va due volte vicino alla segnatura. Il raddoppio viola arriva poco prima dell’intervallo con conclusione potente di Acosty che sorprende il portiere Furlan battuto sul primo palo. All’intervallo si va sullo 0-2 e si ha la sensazione della gara già chiusa, nella ripresa l’Empoli ci prova a rientrare in partita ma Manfredini viene chiamato in causa solo una volta, la gara si chiude anticipatamente al quarto d’ora della ripresa quando viene espulso per proteste l’attaccante dell’ Empoli Castellani, da quel momento complice anche il gran caldo succede davvero poco con Babacar che spreca un occasione d’oro e Acosty che firma il tris proprio nei minuti finali, sugli sviluppi di un calcio d’angolo conclusione di destro che finisce al sette, imparabile per Furlan. La Viola vince così in scioltezza e si ritrova in vetta solitaria al campionato primavera, forse sabato contro il Sassuolo al Poggioloni assisteremo a nuove soluzioni offensive, in quanto Babacar potrebbe essere richiamato in prima squadra a causa dell’infortunio di Gilardino, mister Semplice però non potrà contare ancora sul brasiliano Jackson, fermato per quattro turni dopo la gara in supercoppa. AN Manfredini 6; Bittante 6 (41′ st Empereur sv) Camporese 6 Rozzio 6,5 Ashong 6,5; Agyei 6,5 Salifu 6,5; Acosty 7,5 Campanharo 6 (31′ st Bernardeschi sv) Matos 6,5 (45′ st Baccarin sv) ; Babacar 6





Empoli – Fiorentina 1-3 (Coppa Italia Primavera)

10 12 2010

Missione compiuta per la Primavera viola che espugna Empoli con un bel 3-1 e centra i quarti di finale di coppa italia. La Viola parte con un vantaggio rotondo, visto il 3-0 della gara di andata, Buso manda comunque in campo la formazione base, che quattro giorni prima aveva battuto il Cesena in campionato, l’unico cambio è sulla fascia destra di difesa con il rientro di Piccini al posto di Bagnai. In panchina dopo diverso tempo si rivede Agyei, reduce da un infortunio.

Si gioca sul sintetico di Monteboro, all’interno del centro sportivo dell’Empoli, sugli spalti assistono alla partita anche alcuni giocatori azzurri della prima squadra. L’Empoli si presenta con 3 punte ma nella prima frazione di gara la squadra di Donati, pur esercitando una discreta pressione offensiva, non riesce ad impensierire Seculin, decisamente positiva la prova di tutto il pacchetto arretrato gigliato, tornato su buoni standard dopo la gara con il Cesena. La Fiorentina va avanti alla mezz’ora su un calcio d’angolo, nato da un malinteso della difesa azzurra con rischio di autogol, dalla bandierina del corner Carraro mette al centro un buon pallone che Masi, ben appostato sul secondo palo, di testa mette in rete, è un gol importante per la Fiorentina che chiude ogni discorso sulla qualificazione e per il difensore viola che fa vedere di non risentire delle vicende fuori dal campo. La Viola trova il raddoppio prima dell’intervallo, Acosty approfitta di un errore in fase difensiva dell’Empoli, parte da metà campo ed arriva al limite dell’area dove serve Matos, il brasiliano in diagonale supera Addario e firma il gol del 2-0, gara molto positiva dell’esterno brasiliano, che si è fatto vedere molto ed ha subito diversi falli dagli avversari.  

Nella ripresa Carraro viene lasciato negli spogliatoi e in campo si rivede Seferovic, che ha subito una pesante squalifica in campionato (3 giornate) dopo l’espulsione rimediata a Novara, lo svizzero agisce da prima punta con Iemmello alle sue spalle. L’Empoli riparte con buoni propositi ma si fa vivo sul serio dalle parti di Seculin solo al quarto d’ora con Shekiladze che però calcia male davanti al portiere, il gol della bandiera azzurro arriva poco dopo con una bella azione di Shekiladze che supera in velocità Fatticcioni e mette al centro un pallone sul quale Pucciarelli non deve fare altro che spingerlo in rete. L’Empoli prova con la grinta e l’orgoglio a raddrizzare una gara particolarmente sentita ma è impreciso in avanti, la Viola riesce bene a contenere e a farsi viva in contropiede. A un minuto dalla fine la Viola chiude i conti con una bella azione di Matos sulla sinistra che arriva fino in fondo e mette al centro un pallone che viene controllato bene da Seferovic che di sinistro deposita la palla in rete, è un gol importante per lo svizzero a cui sembrava pesare negli ultimi tempi l’assenza dal tabellino dei marcatori.

La Fiorentina centra così i quarti di finale e sabato prossimo al Poggioloni ci sarà di scena la Sampdoria nella sfida di andata, ma sarà un Dicembre ancora intenso per la squadra di Buso che nel fine settimana successivo recupererà la gara di campionato ad Empoli e giocherà poi il ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia.