Alterati del Nord! Sempre presenti

16 11 2010

Abbiamo fatto una chiaccherata con Marco Barattistuta, leader degli Alterati del Nord (http://www.alterativiola.it/home.htm). Ecco quello che ci ha detto:

Parlaci brevemente del club…

 Siamo nati ad inizio anni ’90 come gruppo di amici viola di Novara che seguivano le partite al nord ..RESISTENZA VIOLA NOVARA era il nome e gli adesivi del gruppo sono stati appesi un po’ ovunque nel nord Italia .. poi la cosa ha comiciato ad allargarsi ad amici conosciuti allo stadio sempre al nord con cui abbiamo iniziato ad andare a vedere le partite di cartello anche a Firenze .. nel 94 ci siamo uniti agli Alterati Piombino e Firenze come ALTERATI NOVARA e poi ALTERATI PIEMONTE E LOBARDIA divenuti poi nell’era Della Valle ALTERATI FIRENZE NEL NORD .. proprio in C2 siamo passati dalle auto ai Bus alterati .. qualcosa di cui siamo orgogliosi.

Quando nasce la tua passione per la Viola?

La mia passione nasce in terra Toscana dove cominciammo ad andare in ferie intorno agli 8 anni .. sono gli anni in cui si deve prendere la prima grande decisione della vita ovvero la squadra del cuore.. io e mio fratello innamorati della città di Firenze dopo la prima visita essendo un po’ bastian contrari , optammo per la Fiorentina .. da allora la passione è cresciuta di anno in anno e quando ho iniziato a lavorare ho cominciato a conoscere anche lo stadio .. un posto deve ormai devo tornare almeno una volta alla settimana.

 

Quanto è difficile essere tifosi viola al nord?

 

La cosa più fastidiosa è trovarsi in ufficio puntualmente ad ogni sconfitta i tifosucchi che sfottono .. ma quelli non fanno testo .. viviamo in terre strisciate ma in annate come quella scorsa in Champion’s ci si prende delle belle rivincite … i tifosi viola dalle nostre parti comunque non sono pochi … diciamo che in molti casi si sono un po’ impigriti complice l’età , le donne, i bimbi e una crisi economica che concede sempre poco al divertimento. Per fortuna restano un bel pò di buongustai che sanno che il calcio vero è allo stadio e appena possono ci vengono .. a questi si affianca uno zoccolo duro di sempre presenti che sono l’anima di questo gruppo e ne permettono la sopravvivenza e presenza ovunque!

 

A Firenze sempre presenti. Quali altre trasferte fate?

Cerchiamo di essere ovunque in tutta Italia ed Europa. A parte le trasferte infrasettimanali al sud che sono improponibili siamo sempre tra i gruppi più numerosi anche nelle trasferte più ostiche. Eravamo presenti a tutte le trasferte europee di Champion’s e Uefa League da Rosenbirg, a Lodz, Budapest, Bucarest , Stoccolma, Monaco in bus da 50 .. ma anche Gubbio, Fano, Savona, Rimini,Imola.. lo scorso anno in 15 a Palermo e 10 a Cagliari. Quest’anno in 7 a Lecce e a Catania.. da 20 anni seguiamo anche i ritiri viola sia sulle Alpi che sugli Appennini ..

 

Che opinione hai della tessera del tifoso?

la riteniamo inutile e spesso dannosa ma al momento di sottoscrivere l’abbonamento non avevamo alternative .. non potevamo aggiungere costi alla nostra passione e abbiamo ancora tanta voglia di andare anche in trasferta . . intuivamo che senza ci avrebbero negato, come sta avvenendo, la possibilità di andarci.

Se poi passa l’abitudine piano piano passa anche la passione e la voglia di andare allo stadio. Abbiamo lasciato liberi i nostri tesserati di farla o meno .. l’hanno fatta quasi tutti .. il motto è “fino a che ci faranno andare allo stadio noi ci saremo con ogni mezzo” . Ci dovranno abbattere lì per fermarci. La battaglia è stata persa col biglietto nominale; la tessera cambia poco. Ora sarebbe carino combattere per numerare le forze dell’ordine che non devono restare anonime e quindi non punibili in caso di abusi di potere. I Daspo comunque li danno come sempre con le immagini di telecamere presenti ovunque. Non è certo la tessera a cambiare qualcosa in merito. Rispettiamo chi ha deciso di non farla e sui nostri bus c’è sempre un posto anche per i non tesserati che mettiamo in contatto con gli altri in arrivo da Firenze per evitare loro di rischiare in trasferta andando da soli in altri settori. Quello che non ci piace è essere definiti “tesserati ultras di stato” è poco rispettoso per chi ha una passione come la nostra e fa grandi sacrifici per essere ovunque a sostenere la maglia viola. Diamo rispetto ma ci piacerebbe avere lo stesso rispetto. Dividersi tra tesserati e non serve solo a fare il gioco di chi ci vuole divisi secondo le logiche del “Divide et impera”. Quello è uno degli obiettivi di chi ha istituito l’assurda e inutile tessera che sta peggiorando le cose negli stadi invece di migliorarle.

 

Cosa ne pensi di questo inizio di stagione dei gigliati?

stiamo subendo da un anno il contraccolpo del cambio di allenatore. Personalmente mi ritengo deluso dall’atteggiamento di Prandelli che dichiara di essere pronto al rinnovo dopo diverse cene in casa bianconera. Non ho grossa stima dell’amico di Mancini ma ho piena fiducia in Corvino il nostro valore aggiunto. Se lo ha scelto vuol dire che non aveva di meglio sottomano. Penso che con lui sarà più facile ben figurare con le mediograndi che non con le piccole. Poi paghiamo anche una certa sfiga e un po’ di decisioni arbitrali che ci hanno penalizzato subito ad inizio stagione. Penso comunque che l’Europa sia alla nostra portata…anche quella di serie A…

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: